Per incrementare le attività internazionali di contrasto alla pirateria ed assicurare una maggior tutela della libertà di navigazione del naviglio commerciale nazionale, un emendamento dei relatori al cosiddetto ‘Decreto Sviluppo’ autorizza una spesa di 3,7 milioni di euro per il 2012 e di 2,6 milioni di euro annui fino all’anno 2020.