Anche la Francia ha ratificato la Convenzione internazionale sul lavoro marittimo, firmata a Manila il 23 febbraio 2006 dall’International Labour Organization (ILO). Con la recente ratifica da parte di nazioni come la Russia e le Filippine, che hanno anno già consentito di superare i limiti di 30 paesi aderenti e del 33% della flotta mondiale in termini di tonnellate di stazza lorda. La Maritime Labour Convention (MLC), che entrerà in vigore nel 2013, definisce requisiti minimi per il lavoro a bordo delle navi e le condizioni di impiego, responsabilità delle agenzie di manning, orari di lavoro, requisiti di alloggi e strutture ricreative, alimentazione e servizi mensa, tutela della salute, assistenza sanitaria e welfare.