Schenker Italiana, parte del gruppo DB Schenker, divisione Trasporti e Logistica di Deutsche Bahn, ha trasferito le attività della filiale di Napoli in una più ampia e moderna struttura situata presso l’Interporto di Nola. La nuova base logistica, realizzata in appena 12 mesi, occupa una superficie di circa 6.000 mq di magazzino con annessa palazzina uffici di quasi 1.000 mq. Nei giorni scorsi il Presidente di Schenker Italiana, Federico Girgenti, aveva sottolineato la scelta “convinta e strategica fatta da Schenker di collocarsi all’interno di una infrastruttura come l’Interporto di Nola, dotato di una completa ed avanzata gamma di servizi, che consentirà lo sviluppo ulteriore del volume di traffico attualmente gestito”. Potendo disporre dei servizi terminalistici e di trasporto ferroviario offerti da Interporto Campano (tramite le controllate TIN Terminal Intermodale Nola e ISC, Interporto Servizi Cargo), Schenker a Nola è in grado di gestire agevolmente il flusso delle merci passando da una modalità di trasporto all’altra in maniera semplice ed efficiente.  Il complesso è stato progettato e realizzato secondo i più recenti standard logistici europei, con un’altezza di 10 metri sottotrave, ampie maglie strutturali per garantire la massima efficienza nelle movimentazioni interne e 12 porte di carico di cui 4 dotate di raccordo ferroviario. Schenker Italiana è uno dei principali fornitori di servizi logistici e trasporti internazionali, operante sul territorio nazionale con 1.200 addetti e una rete di 40 filiali ben collegate con il network globale DB Schenker di oltre 2.000 uffici nel mondo. Il gruppo DB Schenker, con un giro d’affari di 19.8 Miliardi di Euro (anno 2011), ha una solida presenza nel mercato mondiale, è leader nei trasporti camionistici e ferroviari europei e detiene posizioni di primaria importanza nei trasporti aerei e marittimi come pure nei servizi logistici associati. L’Interporto di Nola si trova sul corridoio ferroviario tirrenico Nord Europa – Gioia Tauro, costituendo un nodo logistico strategico per i flussi di merci di origine e destinazione europea e mondiale con collegamento naturale verso i porti di Napoli, Gioia Tauro e del Sud-Est della Penisola. Tra i servizi offerti ci sono la dogana, il terminal intermodale, la stazione ferroviaria e il cosiddetto “Polo del Freddo” con 200.000 metri cubi di magazzini frigoriferi.