In occasione del Forum italo-tedesco sulla logistica di Monaco, il presidente di FerCargo, Giacomo Di Patrizi, ha detto che, nonostante le difficoltà che ostacolano la liberalizzazione, l’Italia è uno dei principali partner della Germania nel traffico merci delle compagnie ferroviarie private. Una quota superiore al 50% dei volumi è prodotta dalle società private aderenti a FerCargo. Restano però problemi di fondo non risolti, dal ritardo nella costituzione dell’Autorità sui trasporti alla dismissione dei servizi di manovra attuata da RFI in alcuni scali merci ed i colli di bottiglia che impediscono il consolidarsi di flussi di traffico crescenti a livello trans-frontaliero. Necessari inoltre la semplificazione dei servizi di manovra ferroviaria, micro-interventi infrastrutturali e una maggiore rappresentatività delle aziende. Le imprese aderenti all’associazione operano negli scali di Venezia, Trieste, San Giorgio Di Nogaro, Ravenna, Savona, Genova, La Spezia, Civitavecchia, Napoli e Gioia Tauro.