Nella Regione Veneto lo sportello unico doganale entrerà a regime nel primo semestre del 2013. L’Agenzia delle Dogane sta mettendo a punto i nuovi metodi operativi in stretto raccordo con la Regione Veneto, il porto di Venezia e con gli operatori privati allo scopo di rilanciare e promuovere la competitività del sistema logistico veneto al servizio non solo di quest’area, ma della stessa rete trasportistica nazionale ed europea.“Questo Protocollo d’intesa tra gli investitori pubblici e privati, le istituzioni locali e l’Agenzia delle Dogane – ha detto Giulio Bresaola, presidente di Confetra Nord-Est dimostrerà nei fatti come l’Italia, anche in situazioni organizzativamente complesse come i processi logistici, è capace di non essere seconda a nessuno”. Le parti continueranno periodicamente a incontrarsi per monitorare l’attuazione del progetto e misurare lo stato di avanzamento delle infrastrutture necessarie e delle nuove procedure. Lo sportello unico doganale concentrerà in un unico contesto informatico le formalità doganali e sanitarie, l’anticipazione prima dell’arrivo della nave in rada delle comunicazioni preliminari allo sdoganamento (pre-clearing) e il controllo antimanomissione dei container mediante sigillo digitale.