Con il mese di Dicembre si è chiuso un 2012 dall’andamento stabile per quanto riguarda il traffico crociere e dall’andamento in deciso calo per quanto riguarda il traffico traghetti nel porto di Genova. Guardando ai dati totali a consuntivo del 2012, si sono registrati 2.771.962 passeggeri contro i 3.106.885 del 2011 (-334.923 pax pari a – 14,45%). Il calo è addebitabile in gran parte alla diminuzione dei passeggeri traghetto. Il numero dei crocieristi è rimasto sostanzialmente inalterato rispetto al 2011, registrando 797.239 passeggeri. Analizzando il 2012 nel suo complesso, sono transitati 797.239 crocieristi, di cui 530.872 home-port e 266.367 in transito. Si consolida ed acquista importanza  MSC Crociere, che nel 2011 ha portato nei terminal genovesi 693.644 passeggeri contro i 675.181 del 2011 (+ 18.463 passeggeri, pari a +3%). Da porre in assoluto rilievo i 21 scali effettuati nel corso del 2012 dal gruppo Royal Caribbean, per un totale di 75.818 passeggeri, di cui 24.599 home-port e 51.219 transiti. Si rafforza la scelta di Genova come porto base di arrivo e partenza delle navi Royal Caribbean Cruises e la frequenza dei brand Celebrity Cruises e Azamara Cruises con scali di navi in transito. I passeggeri movimentati a Genova dal gruppo RCCL sono incrementati nel 2012 rispetto al 2011 di circa 40.000 unità (+110%). Circa il traffico traghetti, il 2012 ha chiuso con un deciso calo rispetto all’anno precedente, con i seguenti volumi: Passeggeri 1.974.723 (-14,45%); Auto 724.377 (-14,11%); Moto 37.470 (-11,45%); Metri lineari     1.846.237  (-17,89%). Rispetto al 2011, si è registrato un forte calo dei passeggeri sulla Sardegna (-195.500 pax circa) e sulla Corsica (-121.00 pax circa). In diminuzione anche Palermo (-33.000 pax circa) e Barcellona (-19.000 pax circa). In controtendenza il Nord Africa che ha registrato circa 34.000 passeggeri in più rispetto all’anno passato. Da evidenziare infine il decremento del traffico commerciale: si sono registrati circa 402.000 metri lineari in meno rispetto al 2011 (-18% circa), di cui oltre 170.000 nelle tratte con la Sardegna e oltre 177.000 nella tratta con la Spagna. Per il 2013 non si prevede una crescita del traffico traghetti, i cui volumi rimarranno sostanzialmente in linea con quelli del 2012.  Il traffico crociere si prevede invece in decisa crescita. Si registreranno circa 60 scali in più rispetto al 2012, con forte potenziamento del traffico MSC (+45 scali pari a + 200.000 passeggeri), con l’acquisizione di 34 scali della Pullmantur (pari a 70.000 passeggeri circa) e con la conferma di Royal Caribbean. In totale nel 2013 verranno movimentati oltre 1.000.000 di crocieristi, il 70% dei quali home-port ed il restante 30% in transito.