La CRN del Gruppo Ferretti, ha varato ad Ancona lo yacht più grande della sua storia, un 80 metri commissionato dal fratello del premier libanese Najib. Sei mesi fa il 75% del Gruppo Ferretti è stato acquisito dal cinese Weichai Group. La messa in acqua della costruzione n. 129 di CRN, del valore di oltre 80 milioni di euro, segna un passaggio molto importante per la storia del cantiere anconetano – 330 dipendenti diretti, oltre 700 compreso l’indotto – che nel 2013 compie 50 anni. ”In questi ultimi cinque anni – ha ricordato l’ad del Gruppo Ferretti Ferruccio Rossi, riferendosi al processo di ristrutturazione dell’azienda culminato con l’ingresso del gruppo industriale cinese – questa nave ha attraversato con noi momenti durissimi e li ha superati”. Lo yacht dislocante, realizzato in acciaio e alluminio, per la cui produzione sono servite 660 mila ore di lavoro, è stato progettato  dallo Studio Zuccon International (linee esterne e compartimenti interni) e da Laura Sessa Romboli (arredi interni). Lo yacht, che impiegherà 33 persone tra equipaggio e  staff, potrà raggiungere una velocità di 16 nodi e far atterrare un elicottero da 3 mila kg. La consegna dell’imbarcazione all’armatore avverrà entro maggio.