La SACE ha garantito una linea di credito di $ 57,8 milioni per l’espansione sul mercato indonesiano del Gruppo Coeclerici, primario operatore internazionale nella fornitura di servizi integrati per l’approvvigionamento delle materie prime, in particolare carbone, per il mondo dell’industria siderurgica ed energetica. Il finanziamento, erogato da primari istituti bancari europei, tra i quali la banca italiana Carige e garantito da SACE al 50%, consentirà a Coeclerici di finanziare in parte l’acquisto di quattro navi FTS (Floating Transfer Stations) destinate, tramite contratti di durata decennale, al trasbordo del carbone dalle miniere dell’East Kalimantan (Borneo) a grandi navi oceaniche in rada, per conto di PT Berau Coal, quinto produttore ed esportatore di carbone in Indonesia e cliente strategico per i piani di crescita di Coeclerici in Asia. Le prospettive di medio termine per il mercato del carbone nella Regione sono molto positive. L’attività estrattiva di minerali e fonti energetiche è una voce importante nell’economia indonesiana: alimentata dal costante aumento dei consumi connessi allo sviluppo sociale e industriale del Paese, contribuisce al 22% degli investimenti diretti esteri (pari a $ 19 miliardi nel 2011) e al 33% dell’export ($ 66,5 miliardi). La domanda delle principali economie emergenti asiatiche, Cina e India in primis, fa del carbone la principale materia prima esportata dal Paese, pari al 13,4% delle esportazioni totali. Secondo le previsioni di SACE, l’Indonesia offrirà crescenti opportunità all’export italiano, con un tasso di crescita medio del 10,7% nei prossimi due anni. È la seconda operazione in cui SACE supporta il Gruppo Coeclerici nella sua espansione sui mercati internazionali negli ultimi due anni; la prima essendo la garanzia concessa sul 50% di un finanziamento di $ 90 milioni relativo all’acquisto di due unità transhipper, denominate Bulk Zambesi e Bulk Limpopo, ora operanti in Mozambico per conto del colosso minerario Vale.