La Federazione Panellenica dei Marittimi ha proclamato 48 ore di sciopero per Giovedì e Venerdì contro una proposta di legge intesa a dare maggiore competitività alla bandiera greca per i traghetti che operano nei servizi internazionali con l’Italia. L’obiettivo del provvedimento è quello di una maggiore flessibilità unita alla riduzione dei costi operativi, ed è stato accolto dall’associazione degli armatori come un passo nella giusta direzione. Le misure prevista nella bozza comprendono la riduzione degli equipaggi nella stagione invernale, dal 1° Novembre al 31 Marzo, ed il taglio in bassa stagione del 50% del personale alberghiero. Previsti anche agevolazioni durante il fermo nave, la possibilità di modificare il tonnellaggio delle navi impiegate a seconda delle condizioni del mercato ed il taglio a quattro mesi del periodo minimo operativo richiesto per i traghetti ad alta velocità.