Nel 2012 i porti messicani hanno movimentato complessivamente 4,8 milioni di teu, il 14% in più rispetto all’anno precedente, La crescita maggiore si è avuta nei terminal sulla costa del Pacifico, che hanno registrato un incremento del 17%. In particolare il porto principale, quello di Manzanillo, è cresciuto del 10% a 1,9 milioni di te mentre per Lázaro Cárdenas l’incremento è stato del 30% a 1,2 milioni di teu. Sulla costa Atlantica, Veracruz è cresciuta del 9% a 799.000 teu, seguita da Altamira (+6%) con 579.000 teu. Il totale della costa Ovest (+17%) è stato di 3.361.000 teu, con una quota di mercato del 70%, quello della costa Est di 1.449.000 teu (+8%) con una quota di mercato del 30%. Malgrado la crisi dei traffici proseguono le opere previste dall’accordo per lo sviluppo dei traffici firmato a Roma lo scorso Giugno. Previsto l’escavo dei fondali fino a 16,50 metri di immersione ed il recupero dei 35 milioni di euro già destinati al Distripark ma poi dirottati sul Molo Polisettoriale.