La Igi Poseidon e la Capitaneria di Porto di Gallipoli hanno firmato l’atto di Concessione Demaniale per 40 anni dell’area necessaria alla realizzazione dell’approdo nel Comune di Otranto del gasdotto Poseidon tra la Grecia e l’Italia. La concessione conclude positivamente l’iter italiano, per il quale è stata ottenuta la pronuncia di compatibilità ambientale da parte del ministero dell’Ambiente nel 2010 e il Decreto di autorizzazione unica da parte del ministero dello Sviluppo Economico, con l’Intesa della Regione Puglia, nel 2011. Il punto di approdo, il percorso terrestre e la localizzazione della cabina di misura sono stati definiti in accordo con l’Amministrazione comunale, con cui è in essere un’apposita convenzione, utilizzando in larga parte il corridoio e le servitù dell’esistente cavo elettrico di collegamento con la Grecia e così minimizzando gli impatti sul territorio. La Igi Poseidon è una joint venture tra Edison International Holding (100% Edison) e Depa, una società di stato greca operativa nel settore degli idrocarburi. Secondo il progetto, il metanodotto coprirà il tratto marino di 200 chilometri tra la costa pugliese e quella greca per l’importazione annuale di 8 miliardi di metri cubi di gas naturale provenienti dall’area del Mar Caspio attraverso Turchia e Grecia.