E’ stato firmato il “Protocollo d’intesa per la Puglia euro mediterranea, un accordo di collaborazione tra pubblico e privato per la gestione dei trasporti e della logistica in un’ottica di sostenibilità. Il fine è di promuovere un veloce e migliore transito di merci e persone, alleggerendo il trasporto su strada in termini di tempo e costi, originando così, servizi e domanda aggregata. L’intento è di ottimizzare e impiegare al meglio i fondi regionali, nazionali, comunitari. Il protocollo è stato firmato dall’Assessorato ai trasporti della regione Puglia; Autorità portuale del Levante; Confartigianato; Autorità portuale di Bari; Politecnico; Confapi; Camera di commercio di Bari; Fiera del Levante; FAL; LUM; CNA; Autorità portuale di Brindisi; Interporto di Puglia; ANITA Puglia; Compagnia Portuale; Ferrovie del Sud Est; Confindustria; Amtab; Ferrovie del Gargano; Unioncamere Puglia; Aeroporti di Puglia; Università di Bari e Autorità portuale di Taranto. Natale Mariella, Presidente di ANITA Puglia e vice-Presidente di ANITA, afferma “Dobbiamo, in modo definitivo, abbandonare l’idea di poter fare da soli: tutti gli attori del sistema logistico devono condividere idee, progetti e azioni”. “Questo protocollo – prosegue – va indubitabilmente in tale direzione. Alla fine però, la palla passa alle aziende e agli imprenditori”.