Coscol, divisione multipurpose del gruppo statale cinese China Ocean Shipping, ha chiuso il 2012 con un utile netto di 19,1 miliardi di yuan, l’87% in meno rispetto all’anno precedente, a fronte di un fatturato cresciuto del 22% a 6,3 miliardi di yuan. La flotta di Coscol è costituita da 69 navi, di cui 50 unità multipurpose e quattro unità semisommergibili da 50.000 dwt. Queste ultime, entrate in flotta nell’ultimo anno, hanno iniziato l’attività in perdita. Entro l’anno in corso, la flotta Heavy Lift dovrebbe raggiungere le venti unità con l’inserimento di nuove costruzioni da 28.000 dwt.