I canoni demaniali portuali non possono essere assoggettati a tassazione Iva,  Irpeg, Ilor. A stabilirlo è stata la Corte di Cassazione dando ragione all’Autorità Portuale di Genova nella causa contro l’Agenzia delle Entrate. Secondo la Cassazione si afferma il principio di diritto secondo cui ”le attività di natura commerciale o meno degli enti pubblici non economici non sono assoggettabili a imposizione quando essi agiscano nella loro veste di pubblica autorità in quanto soggetti di diritto pubblico, mentre sono assoggettate a tributo quando l’ente agisca come soggetto di diritto privato”.  “Sono molto soddisfatto della sentenza” ha dichiarato il presidente dell’Autorità Portuale Luigi Merlo, “anche se non mi so capacitare di come in questo Paese  debbano trascorrere anni, attendere ripetuti giudizi, sostenere inutili costi per la pubblica amministrazione, per affermare una evidente questione di buon senso, ossia che i canoni che le autorità portuali riscuotono per conto dello Stato non possono essere tassati dal medesimo Stato”.