Con il completamento di uno swap debt-to-equity, la compagnia dry bulk Korea Line in liquidazione ha evitato la cancellazione dal listino del Korea Exchange. L’operazione, approvata dai creditori e dal tribunale fallimentare, è consistita nella conversione di $ 173 milioni di debito in azione. Nelle scorse settimane, il 90% delle obbligazioni della compagnia, per un valore di circa $ 1 miliardo, sono già state convertite in azioni. Negli ultimi due anni la flotta della compagnia, che ammontava a 140 navi, è stata ridotta di due terzi.