Tirreno Bianchi è stato confermato console della compagnia portuale Pietro Chiesa di Genova. La storia della “Pietro Chiesa” ha le sue radici nel movimento dei lavoratori, sviluppatosi tra i portuali genovesi alla fine dell’Ottocento. A quell’epoca, sulle banchine operano oltre 7.000 persone e la merce trattata è soprattutto il carbone. Nel 1900 “i carbonai” sono circa 3.500. Oggi la Pietro Chiesa è un soggetto economico che opera nel porto di Genova come agente di sviluppo nella logistica delle merci. Tirreno Bianchi è anche vicepresidente dell’associazione europea Ferrmed.