Security a Genova, <br>il Rina collabora con la Capitaneria

Si è svolta nel porto di Genova una verifica sullo stato di addestramento nel settore della sicurezza presso il terminal traghetti che ha coinvolto anche la nave Excelsior del gruppo Grimaldi. L'esercitazione prevedeva la presenza simulata di persone non autorizzate nascoste all’interno del terminal pronti ad imbarcarsi a bordo del traghetto. Le squadre operative del terminal hanno eseguito le procedure previste dal piano di sicurezza, tra cui l'ispezione accurata di tutti i veicoli in procinto di imbarcarsi sulla nave e sono riuscite a individuare tutti i presunti clandestini. Due unità cinofile sono intervenute sia a terra sia a bordo della nave, riuscendo ad intercettare tutti i falsi ordigni nascosti nella fase preliminare della simulazione. All'esercitazione ha partecipato personale della Capitaneria di Porto in qualità di osservatore insieme con personale della polizia di stato e tecnici del Registro italiano navale (Rina). La verifica – ha comunicato la Capitaneria di Porto – si è conclusa positivamente in circa un’ora.

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento