A febbraio i porti marittimi cinesi hanno movimentato 644,0 milioni di tonnellate di merci (+8,5%)

Il traffico dei container è stato pari a 13,7 milioni di teu (+7,2%)
Lo scorso mese il sistema portuale nazionale cinese ha movimentato un traffico delle merci pari complessivamente a 912,5 milioni di tonnellate, con un incremento del +10,1% rispetto a 829,1 milioni di tonnellate movimentate nel febbraio 2016. È necessario evidenziare che lo scorso anno il periodo di festività della durata di due settimane per celebrare il capodanno cinese, nel corso del quale l’attività economica subisce un rilevante rallentamento, è ricorso a metà del mese di febbraio, mentre nel 2017 tale periodo si è concluso il 2 febbraio.
Lo scorso mese i soli porti marittimi cinesi hanno movimentato un traffico totale di 644,0 milioni di tonnellate (+8,5%), mentre nei porti interni il traffico è stato di 268,5 milioni di tonnellate (+13,9%). I primi porti per volume di traffico sono risultati essere Ningbo-Zhoushan con 76,9 milioni di tonnellate (+11,2%), Shanghai con 47,6 milioni di tonnellate (+1,3%), Tangshan con 42,6 milioni di tonnellate (+11,7%), Qingdao con 38,0 milioni di tonnellate (+1,4%), Guangzhou con 37,9 milioni di tonnellate (+24,7%), Dalian con 36,2 milioni di tonnellate (-0,4%) e Tianjin con 35,0 milioni di tonnellate (-2,8%).
A febbraio 2017 il traffico containerizzato movimentato dai porti cinesi è stato pari a 15,4 milioni di teu (+7,8%), di cui 13,7 milioni di teu movimentati dai porti marittimi (+7,2%) e 1,7 milioni di teu dai porti interni (+12,8%). I più consistenti volumi di traffico sono stati movimentati dai porti di Shanghai con oltre 2,6 milioni di teu (+1,9%), Ningbo-Zhoushan con quasi 1,8 milioni di teu (+9,1%), Shenzhen con 1,4 milioni di teu (-14,6%), Qingdao con 1,3 milioni di teu (+2,8%), Guangzhou con 1,3 milioni di teu (+33,4%) e Tianjin con 1,0 milioni di teu (+4,9%).
Nel primo bimestre del 2017 i porti cinesi hanno movimentato un totale di 1.937,7 milioni di tonnellate di merci, con una progressione del +7,7% sui primi due mesi dello scorso anno. I porti marittimi hanno movimentato 1.362,1 milioni di tonnellate (+7,1%) e i porti interni 575,6 milioni di tonnellate (+9,2%). Il maggior volume di traffico è stato movimentato dai porti di Ningbo-Zhoushan con 157,7 milioni di tonnellate (+7,1%), Shanghai con 104,9 milioni di tonnellate (+6,7%), Tangshan con 89,6 milioni di tonnellate (+8,8%), Qingdao con 83,1 milioni di tonnellate (+2,0%), Guangzhou con 79,0 milioni di tonnellate (+8,8%), Tianjin con 77,7 milioni di tonnellate (-2,9%) e Dalian con 75,5 milioni di tonnellate (+0,1%).
Nei primi due mesi di quest’anno il traffico containerizzato totale è stato pari a 34,3 milioni di teu (+5,8%), di cui 30,6 milioni di teu movimentati dai porti marittimi (+5,4%) e 3,7 milioni di teu dai porti interni (+9,5%). I primi porti per volume di traffico sono stati Shanghai con 5,9 milioni di teu (+7,1%), Ningbo-Zhoushan con 3,9 milioni di teu (+6,6%), Shenzhen con 3,7 milioni di teu (-1,3%), Qingdao con 3,0 milioni di teu (+2,4%), Guangzhou con 2,7 milioni di teu (+10,7%) e Tianjin con 2,1 milioni di teu (+2,8%).
Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento