A Salerno sono state costituite le Officine della Logistica e dei Trasporti

L’associazione ha lo scopo di promuovere un modello aggregativo per il settore dei trasporti

A Salerno sono state costituite le Officine della Logistica e dei Trasporti, una nuova associazione che ha lo scopo di promuovere un modello aggregativo di assoluta innovazione per il settore dei trasporti e rivolto non alle aziende ma alle persone. L’obiettivo è di farne un laboratorio di idee e progetti a cui partecipino imprenditori, professionisti e docenti universitari che si sono distinti per il loro contributo allo sviluppo del sistema logistico italiano.
L’iniziativa è stata promossa dall’imprenditore salernitano Domenico De Rosa ((gruppo SMET), presidente della nuova associazione, affiancato dai soci fondatori Dino Franco, Sandro Berardocco, Francesco Quintaluce, Gianluca Masullo e Marco Capece. «La nostra associazione – ha spiegato De Rosa – ha precise finalità culturali e accademiche e intende porsi come un laboratorio di idee per lo sviluppo delle reti logistiche e del trasporto sostenibile. Vogliamo coinvolgere nel nostro progetto le università, gli istituti scolastici, le associazioni di categoria nonché gli enti e le istituzioni a livello nazionale, con l’obiettivo di divulgare un importante patrimonio di conoscenze specialistiche sul settore. Presteremo la massima attenzione alle proposte progettuali in grado di favorire un reale sviluppo della logistica e di garantire plus in termini di sostenibilità ambientale, promuovendone nel contempo la divulgazione e la conoscenza».
Le Officine della Logistica e dei Trasporti programmeranno un calendario di seminari scientifici a cui prenderanno parte esperti del settore. Ai seminari sarà affiancata ogni anno una tavola rotonda di respiro internazionale per il “Progetto dell’Anno”, che verrà individuato dall’associazione nell’ambito di una serie di proposte progettuali innovative dedicate allo sviluppo sostenibile della logistica.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento