Quaranta professionisti italiani della logistica hanno partecipato al corso di specializzazione MOST Italy 2017

È organizzato dalla Escola Europea de Short Sea Shipping

Nei giorni scorsi 40 professionisti italiani della logistica e del trasporto internazionale hanno partecipato al corso di specializzazione in logistica intermodale MOST Italy 2017 organizzato per il terzo anno consecutivo dalla Escola Europea de Short Sea Shipping (2E3S) quest’anno con la collaborazione di altre istituzioni tra cui ALIS (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile), RAM Spa, Assoporti e Confitarma. Il percorso formativo ha avuto inizio presso l’Autorità Portuale di Civitavecchia, ora anche sede dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro-Settentrionale, dove si sono svolte le prime attività prima dell’imbarco a bordo del traghetto ro-pax Cruise Roma della compagnia Grimaldi Lines che copre la tratta Civitavecchia-Barcellona.
Durante il corso i partecipanti si sono addentrati nello studio di soluzioni intermodali attraverso lezioni teoriche e workshop che hanno dato loro modo di conoscere nel dettaglio le autostrade del mare, la politica ambientale del trasporto promulgata dall’Unione Europea e temi di attualità, come gli incentivi fiscali Marebonus e Ferrobonus pensati specificamente per il trasporto intermodale, e casi reali di aziende che puntano sull’intermodalità.
Anche quest’anno la Escola ha potuto avvalersi della collaborazione di esperti del settore, provenienti sia dal mondo accademico che istituzionale, che sono stati i docenti del corso: Andrea Campagna, consulente senior in Trasporto e Logistica presso il “Centro di ricerca per il Trasporto e la Logistica – Sapienza Università di Roma”, Francesco Benevolo, direttore di Rete Autostrade Mediterranee Spa, Ana Arévalo, commercial manager dell’area di SSS del porto di Barcellona, Giovanni Marinucci, del Dipartimento di Relazioni Internazionali e Progetti europei presso l’AdSP del Mar Tirreno Centro-Settentrionale, Alessandro Feniello, sales freight manager di GNV, Marcello Donnarumma, commercial manager dell’area di SSS presso Grimaldi Lines, Antonio Errigo, vice direttore generale di ALIS (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile), e per la Escola Europea di Short Sea Shipping, Eduard Rodés, direttore, e Viviana Zappa, del dipartimento di Relazione Esterne e Comunicazione.
Il corso è servito anche da platea per la presentazione di un progetto innovativo che prende spunto dal libro “Il nuovo corridoio Mediterraneo”, che propone una nuova diramazione del corridoio Mediterraneo già esistente nella rete TEN-T. Gli autori del libro, Antonio Nervegna ed Euclide Di Pretoro, hanno avuto modo di illustrare il progetto, ancora in fase embrionale, e di condividerlo con i futuribili utenti di questo corridoio trasversale che unirebbe la Spagna alla Croazia, passando per il centro della penisola italiana.

La quarta edizione del corso organizzato dalla Escola Europea de Short Sea Shipping si terrà dal 29 settembre al 2 ottobre 2018. Intanto entro la fine del 2017 la Escola ha in programma altri due corsi per professionisti spagnoli e portoghesi (MOST Iberia, dal 21 al 24 ottobre), la prima edizione del MOS Magreb, per professionisti marocchini (dall’11 al 15 novembre) e il MOST France, per il mercato francese (dal 25 al 28 novembre).
La Escola Europea de Short Sea Shipping (2E3S) è un centro di formazione europeo e un punto di riferimento per il trasporto e la logistica intermodali i cui soci fondatori sono Porto di Barcellona, Porti di Roma (ora ADSP del Mar Tirreno Centro-Settentrionale), Autorità Portuale di Genova (ora Porti di Genova), Grimaldi Lines e GNV.

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

 

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento