Nel secondo trimestre il valore dei nuovi ordini acquisiti dal gruppo Wärtsilä è cresciuto del +13,9%

Nel secondo trimestre di quest’anno i ricavi del gruppo finlandese Wärtsilä Corporation sono diminuiti del -3,4% attestandosi a 1,24 miliardi di euro rispetto a 1,29 miliardi di euro nel periodo aprile-giugno del 2017. L’utile operativo è ammontato a 111 milioni di euro (-2,6%). Utile ante imposte e utile netto si sono attestati rispettivamente a 102 milioni di euro (+3,0%) e 75 milioni di euro (+2,7%). Nel secondo trimestre del 2018 i nuovi ordini acquisiti dal gruppo hanno totalizzato 1,55 miliardi di euro (+13,9%) e il valore dell’orderbook al 30 giugno scorso è risultato pari a 5,90 miliardi di euro, con una crescita del +16,0% rispetto al 30 giugno 2017.
La sola divisione Marine Solutions, che sviluppa e fornisce prodotti per il mercato marino, principalmente destinati ad armatori e cantieri navali, ha concluso il secondo trimestre di quest’anno con un fatturato netto di 296 milioni di euro, con un incremento del +4% sullo stesso periodo del 2017 che – è necessario precisare – è effetto del trasferimento di 44 milioni di euro di fatturato registrato nel secondo trimestre del 2017 dalla divisione Marine Solutions alla divisione Services nell’ambito della riorganizzazione delle attività di servizio del gruppo. Nel periodo aprile-giugno del 2018 i nuovi ordini ottenuti dalla divisione Marine Solutions sono stati pari a 409 milioni di euro, con un incremento del +13% che è anch’esso effetto del trasferimento di 42 milioni di euro di ordini relativi al secondo trimestre del 2017 alla divisione Services. Il valore del portafoglio ordini della divisione Marine Solutions al 30 giugno scorso risultava di 2,27 miliardi di euro, con un rialzo del +9%.
«Il positivo slancio del trend degli ordini – ha commentato il presidente e amministratore delegato di Wärtsilä, Jaakko Eskola – è proseguito nel secondo trimestre del 2018. Sebbene la stipula di contratti nel settore navale sia stata un po’ più lenta del previsto, il nostro ampio portafoglio di soluzioni e un mix contrattuale favorevole hanno portato ad un buon sviluppo degli ordini per la divisione Marine Solutions. Sono lieto di registrare la crescita della domanda di soluzioni per la depurazione dei gas di scarico sia nel mercato delle nuove costruzioni che in quello del retrofit in vista delle normative internazionali sul tenore di zolfo che entreranno in vigore nel 2020. Nel segmento dei servizi abbiamo riscontrato anche il continuo interesse nei contratti di servizio, con il contratto per ottimizzare la manutenzione di tutti i thruster della Wärtsilä installati sulla flotta della Transocean che è stato il punto culminante del trimestre. Le tendenze del mercato – ha concluso Eskola – continuano ad essere favorevoli nel settore delle soluzioni energetiche e il nostro portafoglio di progetti ci rende fiduciosi circa un incremento dell’attività nel secondo semestre».

Articolo realizzato da InforMare S.r.l. – Riproduzione riservata

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento