Esercitazioni antiterrorismo a Shanghai

Il Ministero delle Comunicazioni cinese, in collaborazione con la Provincia di Shangay, ha promosso presso lo Yangshan Deep-Water Port, uno dei maggiori porti mondiali, la seconda più grande esercitazione anti-terrorismo mai organizzata dopo quella promossa nel 2004 in occasione de “International Convention for the Safety of Life at Sea”. Una porta container, 2 cannoniere, 2 elicotteri e 25 trailers sono stati impiegati nell'esercitazione con lo scopo di testare il sistema di emergenza implementato dal porto.

Più di 130 agenti delle forze dell'ordine, 7 di loro nelle vesti dei terroristi, hanno preso parte all'esercitazione. Da un lato 3 “terroristi”, nascosti all'interno di un container, hanno tentato di penetrare ed introdurre nel porto sostanze tossiche. I sospetti sono stati fermati e arrestati dopo uno scontro a fuoco. Dall'altro lato una piccola imbarcazione carica di esplosivo tentava di far esplodere una parte del porto. Grazie all'intervento delle cannoniere e degli elicotteri anche la seconda minaccia è stata rapidamente sventata.

Questo articolo ha 0 Comments

Lascia un commento